Prezzi Speciali per tutti i grossisti -25 days, -3h, -9min, -24s Scopri Come

Carrello
0,00€
GREENFOOD

PAPAYA FORMOSA

Non disponibile

La Papaya Formosa è conosciuta anche come frutto della vitalitàgrazie alla sua azione tonica, energetica e rivitalizzante.
Ricca di antiossidanti, come carotenoidi, contiene anche elevate quantità di vitamina A e vitamina C.

Confezioni Acquistabili:
Collo da 4Kg ca

27,46 IVA Compresa (4Kg)

Esaurito

Consegna gratuita per ordini superiori a 49,90 euro
COD: I00085 Categorie: , ,

Descrizione

La Papaya Formosa è conosciuta anche come frutto della vitalitàgrazie alla sua azione tonica, energetica e rivitalizzante.
Ricca di antiossidanti, come carotenoidi, contiene anche elevate quantità di vitamina A e vitamina C.

Proprietà e benefici della Papaya Formosa

Nella papaya sono presenti potenti antiossidanti come i carotenoidi e i flavonoidi che proteggono le nostre cellule dai radicali liberi responsabili dell’invecchiamento cellulare e da alcune gravi patologie.

Tra i carotenoidi spicca il licopene (una papaya media ne contiene 2,5 mg – Fonte: Carotenoid Database for U.S. Food, 1998), potente antiossidante naturale la cui azione è quella di combattere l'invecchiamento cellulare e la proliferazione cellulare causa di molteplici malattie cronico-degenerative.

Non sintetizzato dall’organismo, occorre procurarlo dagli alimenti che lo contengono e che sono rappresentati, come fonte privilegiata, per il 90% dal pomodoro e i suoi derivati, dal pompelmo rosa, dall’anguria, dall’uva, dall’albicocca e appunto dalla papaya.

Molto simile al melone, la papaya è un frutto molto dissetante grazie al suo elevato contenuto di acqua (circa 88%), inoltre ha ottime proprietà nutritive perché ricchissima di vitamine A, vitamina C (più del kiwi e delle carote!) e vitamina P, ha molte fibre, pochissimi grassi (0,3%) e un basso apporto calorico (circa 39 kcal per 100 grammi).

Dai frutti immaturi si ricava un enzima, la papaina: enzima proteolitico che può essere usato per la cura di difficoltà digestive grazie alla sua capacità di degradare le proteine. Questo enzima, infatti, facilita la digestione delle proteine ingerite e la sua azione è particolarmente evidente dopo i pasti frettolosi e abbondanti.

Nel frutto maturo la quantità di questo enzima risulta però più bassa. Questa funzione è particolarmente utile poiché dopo i 35 anni di età la produzione, da parte del pancreas, di enzimi con attività proteolitica diminuisce.

Inoltre la papaina, grazie a un suo effetto alcalinizzante, ristabilisce nell’organismo l’equilibrio acido-base spesso compromesso e squilibrato verso l’iperacidità da diversi fattori, come un’alimentazione non corretta, povera di frutta fresca e verdura, lo stress, un consumo eccessivo di farmaci, l’inquinamento ambientale e un’insufficiente attività fisica.

Una delle conseguenze dell’iperacidità è un aumento della formazione di radicali liberi che danneggiano le strutture cellulari.